KA1 Adults “MIGRACTIONS”
social inclusion for migrants

KA1 Adults “MIGRACTIONS”

KA104 – Adult education staff mobility 

MigrActionS (MAS)  

Secondo il “Piano d’Azione sull’integrazione dei cittadini dei paesi del terzo mondo” adottato dal EC il 7 Giugno 2016, Educazione e Formazione sono gli strumenti più potenti per l’integrazione e l’acquisizione di skill basilari, fondamentali per promuovere l’inclusione sociale e l’ingresso nel mondo del lavoro. 

Per la città di Essen, l’integrazione di istituzioni, fornitori di servizi specializzati con organizzazioni migranti locali è una componente importante della strategia di integrazione all’interno della comunità. Queste associazioni entrano in contatto con  molti residenti di origini e culture divsparate, rappresentando spesso il primo punto di contatto. Questo tipo di organizzazioni svolgono importanti compiti di integrazione nel loro ruolo di mediatori e fornitori di servizi. La Germania ha subito ampi flussi di migrazione ed emigrazione nel corso della sua storia. Oggi oltre il 22 percento della popolazione ha un background migratorio.  Le reazioni della popolazione oscillano tra la prontezza euforica ad accogliere i rifugiati e il rifiuto violento di coloro che cercano protezione, tra una “cultura di benvenuto” e la richiesta di isolamento, tra cosmopolitismo e nazionalismo (J. Oltmer -2018).  

Questo progetto KA1 mira a migliorare le capacità degli attori coinvolti nella inclusione sociale per creare impatto locale

L’esclusione sperimentata dai migranti adulti  influenza i loro discendenti. Per questo motivo, l’organizzazione promotrice, JuBuK coinvolgerà formatori del proprio staff e in un programma educativo globale, in connessione con organizzazioni europee in possesso di competenze specifiche nell’uso di strumenti innovativi di educazione non formale che lavorano sia sull’inclusione dei giovani che degli adulti.  

JuBuK vuole investire nell’empowerment delle sue risorse umane, formatori, educatori e membri del board, al fine di raggiungere 3 diversi obiettivi specifici: 

  1. Promuovere lo sviluppo delle capacità e competenze operative del personale (educatori esperti) su ETS, NFE e Digital Storytelling nel campo degli adulti.
  2. Stabilire partenariati a lungo termine per lo scambio di conoscenze e buone pratiche, nonché per lo sviluppo di iniziative congiunte, estendendo così la portata delle iniziative di JuBuK. 
  3. Acquisizione di competenze di progettazione e gestione di progetti nel campo di specifico interesse dell’organizzazione nell’ambito del programma Erasmus +, relative al sostegno sociale per favorire l’integrazione, e quindi l’inclusione sociale e l’occupabilità delle persone adulte con background migratorio o minoranze con livello di scolarizzazione basso. 

Gli obiettivi sopra menzionati saranno raggiunti attraverso 3 mobilità, come segue: 

5 Formatori che partecipano a un TC in Italia offerto dal partner MVNGO allo scopo di sviluppare conoscenze, abilità e metodi per apprendere metodologie ETS. 

5 formatori che partecipano al TC a Cipro, ospitato dal partner DOREA, con l’obiettivo di acquisire conoscenze e abilità che consentano loro di migliorare le competenze nell’ambito della NFE, nonché di integrare l’approccio dello storytelling digitale nelle loro attività giornaliere, facilitando la comunicazione e il dialogo interculturale. 

2 membri del board che prenderanno parte a una Job Shadowing che prevede l’apprendimento basato sull’osservazione sul campo presso la sede di MVNGO, in cui sono previsti scambi di buone pratiche e brainstorming per la creazione di schemi di partenariato e proposte di progetti nell’ambito del programma Erasmus + Campo per adulti KA1 e KA2. 

Principali impatti previsti e risultati del progetto MigrActionS sono: 

– Miglioramento dello sviluppo professionale dei membri dello staff coinvolti grazie all’acquisizione di competenze nell’uso degli approcci educativi di ETS, NFE e Digital Storytelling personalizzate in base alle esigenze sociali del gruppo target finale (Adulti con background di migranti). 

– L’acquisizione da parte dell’organizzazione richiede  conoscenze e metodologie relative a strumenti / approcci non convenzionali di istruzione da parte dello staff che prenderà parte alle mobilità del progetto gettando le basi per un miglioramento a lungo termine della qualità e dell’attrattiva dell’offerta formativa. 

E’ previsto un impatto considerevole e sostenibile sulle comunità locali, in particolare gli adulti socialmente esclusi con un background migratorio che si prevede prendano parte alle attività di JuBuK volte all’inclusione sociale di queste categorie attraverso metodologie educative. Un impatto a lungo termine è previsto attraverso la massiccia promozione e diffusione dei contenuti del progetto con le parti interessate a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.