info@minevaganti.org

Blog

Capacity Building Youth “Youth Agro Empowerment Project”

YAEP

WEBSITE

Pagina Facebook del Progetto

MVNGO è partner nel progetto Erasmus Plus Capacity Building Youth “Youth Agro-Empowerment Project” (YAEP), coordinato dall’organizzazione albanese “Environmental and Territorial Management InstitutE” (ETMI), con la partecipazione di un Consorzio internazionale composto da 5 NGO da Italia (MVNGO), Serbia (KIU COKANSKI DOBOSARI), Montenegro (Svetionik), FYROM ( Volonterski Centar Skopje), e Spagna (Intercambia) . Il progetto ha una durata complessiva di 24 mesi (Febbraio 2017-Gennaio 2019)

La gioventù può svolgere un ruolo chiave nella riduzione della povertà nelle zone rurali, ma si trova ad affrontare delle importanti barriere. I giovani sono spesso i più svantaggiati, con bassi livelli di organizzazione ed esperienza lavorativa, livelli inferiori di accesso ai capitali ed alle altre risorse, nonché una scarsa o inesistente influenza nel processo decisionale. Essi hanno inoltre un minimo accesso ai servizi di sviluppo agricolo, a forniture di materie prime accessibili o ad opportunità di marketing.

La mancanza di informazioni, di competenze tecniche e di istruzione di base indebolisce ulteriormente la loro posizione nei contesti di riferimento. Le giovani donne che vivono in aree rurali affrontano ulteriori barriere legate a persistenti disuguaglianze di genere perpetuate da norme di ordine sociale / tradizionale.

Il rafforzamento del capitale umano e la produzione di conoscenze per i giovani sono quindi fondamentali per lo sviluppo delle opportunità di lavoro nelle zone rurali e per lo sviluppo rurale in generale.

L’istruzione e la formazione professionale sono elementi importanti per il miglioramento delle risorse rurali, poiché la maggioranza dei poveri delle zone rurali ottiene oggi il proprio principale sostentamento dal lavoro in agricoltura. Inoltre, le conoscenze e le informazioni sono strumenti potenti nel processo di cambiamento, insieme alla capacità di organizzare e accedere a risorse produttive, in particolare terre, servizi finanziari, tecnologia finalizzata alla produzione ed al risparmio di lavoro.

Per questo motivo, l’obiettivo del progetto è quello di promuovere l’agro – imprenditorialità e le innovazioni tecnologiche fra al popolazione giovanile nelle aree rurali al fine di migliorare l’occupazione giovanile e l’adattamento al cambiamento climatico.

Gli obiettivi di questo progetto includono i seguenti punti:

-Educare i giovani ad un’agricoltura sostenibile ed imprenditoriale.

-Promuovere l’agricoltura sostenibile attraverso l’utilizzo di tecniche di energia rinnovabile e di gestione delle acque.

-Promuovere strumenti ICT finalizzati alla vendita di prodotti agricoli e basati su una piattaforma transazionale per l’acquisto e la vendita.

– Promuovere, sostenere le imprese agricole sostenibili.

– Promuovere il networking fra i giovani tramite un Webinar e consentire la condivisione di idee e innovazione.

– Esplorare il programma Erasmus + con particolare attenzione alla cooperazione internazionale di qualità.

– Sviluppare le competenze del partecipante nella pianificazione di attività interculturali e di Educazione Non Formale.

– Incrementare la consapevolezza e la comprensione della dimensione di genere all’interno dei progetti agricoli.

Il video promozionale è stato rilasciato durante la riunione di kick off a Pogradec, ottobre 2016

Read more

MVNGO EYF 2017 “ReAct to Avoid DiscrimHate”

MVNGO EYF 2017 “ReAct to Avoid DiscrimHate”

ReAct to Avoid DiscrimHate è un Corso di Formazione finanziato e supportato dal Consiglio d’Europa e dalla sua European Youth Foundation, che ha avuto luogo fra il 10 ed il 15 Giugno 2017.

L’obiettivo principale del corso di formazione è stato fornire a potenziali operatori giovanili/mediatori culturali consapevolezza, conoscenze e strumenti per contrastare l’Islamofobia fra i giovani mediante l’Educazione Non Formale (ENF) e lo scambio culturale, in modo tale da affrontare le sfide poste dal presente scenario europeo.

Lo scopo di fondo è stato condividere conoscenze e consapevolezza in modo tale da sensibilizzare i giovani circa la necessità di rigettare e contrastare l’Islamofobia nel quadro dei valori del No Hate Speech Movement, fornendo al tempo stesso ai giovani degli strumenti per conseguire il summenzionato scopo.

Il progetto ha coinvolto16 giovani dall’Italia

I partecipanti sono stati giovani di età 18-30, sia locali che migranti di religione musulmana (8 partecipanti per categoria) interessati ad acquisire conoscenze, attitudini e strumenti per essere parte attiva nel rigetto e nel contrasto alla xenofobia all’interno delle proprie comunità e sui differenti livelli. I giovani partecipanti italiani sono stati selezionati da Mine Vaganti NGO tramite un bando di partecipazione aperto.

ATTIVITÁ E METODOLOGIE

Le attività sono state implementate tramite metodologie di educazione non formale (quali attività e lavori di gruppo, presentazioni, workshop e compiti individuali, incontri con i formatori etc.).

Il programma delle attività è stato implementato in cooperazione con l’associazione locale NEMESI, la quale gestisce un centro di accoglienza per giovani migranti a Sassari chiamato “Baiona-Campanedda”.

I giovani migranti di religione musulmana che prenderanno parte alle attività saranno selezionati tra i giovani migranti ospitati nel centro di accoglienza.

 Nel corso del progetto, i partecipanti hanno lavorato allo sviluppo di due output specifici:

– “Dealing with Racism Through Non Formal Education” Video, componente una sintesi di intento educativo dell’intero progetto.

 

– “Resource Toolkit Against Islamophobia” Webinar, comprendente tre strumenti di Educazione Non Formale sul contrato dell’Islamofobia creati dai partecipanti.

 

Manuale Progetto Re-Act to Avoid DiscriminHate

Read more
Facebook