KA2 Youth EXCH. “ENTEM”
entrepreneurship to empower

KA2 Youth EXCH. “ENTEM”

Titolo:  Entrepreneurship to Empower

Acronimo: ENTEM

Durata: 24 mesi (01-02-2020/ 31-01-2022)

PARTNERS: 4

Coordinatore:  SYSTEM & G FINLAND RY(Finland)

Partner: MV INTERNATIONAL (Italy)

Partner: NGO NEST BERLIN EV (Germany)

Partner: Alliance for Global Development (Luxembourg)

Riassunto: Entrepreneurship to Empower (ENTEM) è un progetto che mira a trasmettere competenze nell’ambito dell’imprenditoria sociale ai giovani svantaggiati (NEET) dei paesi partner, in modo che siano pronti ad entrare nel mercato del lavoro e ad essere agenti di cambiamento nelle proprie comunità.

Contesto:

La Strategia Europa 2020 indica lo sviluppo dell’imprenditorialità tra i giovani come un obiettivo essenziale includendo iniziative come “Youth on the Move”. Il Piano d’azione per l’imprenditorialità 2020 evidenzia importanti azioni  come l’istruzione e la formazione, che consentono agli imprenditori di sviluppare modelli e raggiungere target group specifici che non possono sfruttare il loro potenziale imprenditoriale. La Strategia dell’UE per la gioventù riconosce l’occupazione giovanile e l’imprenditorialità come una delle otto aree di azione.

I partner hanno condotto un’analisi dei bisogni che ha cercato di identificare le sfide affrontate dai giovani NEET, i vincoli e le opportunità esistenti nelle politiche e nelle attività delle organizzazioni partner che ha fornito dati  importanti a livello europeo.

Principali risultati:

  • Alto tasso di disoccupazione giovanile in 2 dei paesi partner (32,20% Italia, 20, 40% FI).
  • Povertà ed esclusione sociale – L’Italia è uno dei paesi dell’UE con il più alto tasso di rischio di povertà con il 35%, 24,7 in Germania, 24,2 in Finlandia (Eurostat, 2017)).
  • Tassi elevati di NEET (età compresa tra 20 e 34 anni) – 29,5% in IT, 11,9% in DE, 14,5 in FI
  • Vincoli educativi nei paesi partner: istruzione insufficiente fornita dal sistema educativo statale – insegnamento dell’imprenditorialità nelle scuole come caso isolato; l’educazione imprenditoriale ha lacune nei contenuti e metodi di apprendimento. Questo ha un impatto sul modo in cui i giovani si relazionano all’imprenditorialità e all’imprenditoria sociale in particolare.

Il progetto propone un approccio integrato e olistico che enfatizza la cooperazione internazionale per lo sviluppo delle competenze di vita e delle capacità imprenditoriali dei giovani NEET in modo che essi siano pronti ad entrare nel mercato del lavoro o a creare le proprie opportunità e ad essere agenti di cambiamento nelle loro comunità attraverso attività di formazione internazionale per l’insegnamento dell’apprendimento.

Obiettivi del progetto:

    • Contrastare la massiccia disoccupazione giovanile attraverso lo sviluppo del potenziale imprenditoriale e delle relative competenze trasversali nei giovani svantaggiati (NEET) attraverso l’analisi dei bisogni urbani, la narrazione, le TIC e la comunicazione interculturale.
    • Ricerca e confronto delle buone pratiche europee esistenti in materia di educazione all’imprenditoria sociale dei giovani attraverso l’analisi dei bisogni urbani, la narrazione, il marketing e la comunicazione interculturale.
    • Produzione di report sullo stato dell’arte che delineano il panorama delle buone pratiche europee esistenti.
    • Elaborazione di una serie di tool-kit di un format “Sostenere l’imprenditorialità giovanile” che rappresenti un utile riferimento pratico per gli operatori delle NGO e delle parti interessate.
    • Sviluppare una rete tra organizzazioni esperte nel campo dell’empowerment imprenditoriale.

    Attività principali: Durante i 24 mesi del progetto, si terranno incontri transnazionali, verrà prodotto un report, verranno sviluppate e sperimentate metodologie imprenditoriali in 4 diverse ma interconnesse Blended Mobilities of Young People (BMYP).