info@minevaganti.org

Grundtvig – IT

Grundtvig In-Service Training Education and Sport for All

Education and Sport for All

Mine Vaganti NGO ha implementato un Grundtvig Training Course dal 5 al 9 Aprile 2014 con la partecipazione di 5 professionisti nel settore sportivo.

L’obiettivo principale del corso di formazione è stato quello di condividere con i partecipanti, adulti e già addetti ai lavori, conoscenze e metodologie su come utilizzare lo sport come strumento educativo per l’inclusione sociale  nell’ambito dell’educazione non formale.

Il corso di formazione si proponeva di dimostrare come sia possibile creare giochi sportivi in base alle specifiche esigenze delle persone con bisogni speciali promuovendo lo sviluppo di attività concrete rivolta all’intera comunità di riferimento.

Questi giochi sono chiamati “giochi adattivi”, in quanto sono adattabili in base alle capacità e ai bisogni specifici dei partecipanti: tutti sono posti allo stesso livello in quanto  attivamente coinvolti nel gioco. I partecipanti hanno analizzato il potere aggregativo dello sport, inteso come strumento di lotta contro la discriminazione.

Gli obiettivi di apprendimento del corso di formazione sono stati i seguenti:
– Dimostrare come lo sport possa essere un perfetto strumento  di inclusione sociale,  stimolando l’attività di persone con minori opportunità (per esempio diversamente abili);
Abbattere gli stereotipi nei confronti dei gruppi vulnerabili, fornendo ai partecipanti una buona conoscenza dei concetti di inclusione / esclusione sociale ,  discriminazione ed educazione ai diritti umani ;
– Creare una rete internazionale di professionisti, volontari, associazioni finalizzata a diffondere le buone pratiche a livello internazionale.

Read more

Grundtvig Workshop “Inclusive Methods on Foreign Language”

Inclusive Methods on Foreign Language

Dal 8 al 16 Settembre ha avuto luogo ad Olbia (Loc. Pittulongu) un progetto internazionale “Inclusive Methods on foreign languages” (Grundtvig Workshop) che ha visto la partecipazione di 20 insegnanti e social workers attivi nell’insegnamento delle lingue straniere agli immigrati o a soggetti con minori opportunità in contesti multietnici.

Il tema del progetto “Inclusive Methods on Foreign Languages” è stato quello di trasferire conoscenze su metodi innovativi di educazione non formale legati all’alfabetizzazione linguistica, in quanto l’obiettivo principale si è identificato con la formazione di educatori che possano utilizzare l’educazione non formale come mezzo per facilitare il processo di apprendimento.

Durante la settimana sono stati illustrati le principali metodologie ed attività replicabili in fase d’aula (presentazioni, dibattiti e workshop). Il progetto è stato promosso dalla Commissione Europea DG Istruzione e Cultura nell’ambito del Lifelong Learning Programme (Grundtvig), e curato da Mine Vaganti NGO, con la supervisione dell’Agenzia nazionale Indire.

L’obiettivo del passato Programma Settoriale Grundtvig Workshop era quello di permettere esclusivamente allo staff docente e ai professionisti nel terzo settore impegnati nell’ambito dell’alfabetizzazione degli adulti di seguire un’attività utile al proprio sviluppo professionale per migliorare la propria comprensione della dimensione Europea dell’insegnamento ad adulti con necessità di alfabetizzazione, conoscere i sistemi educativi europei nell’ambito dell’alfabetizzazione degli adulti e migliorare le proprie capacità necessarie ad un adeguato coinvolgimento nei processi di alfabetizzazione degli adulti. Data la particolare struttura dell’attività, tutti i partecipanti vengono incoraggiati a condividere attivamente le proprie competenze e le proprie idee.

Il progetto è stato rivolto a uno specifico target di riferimento: adulti con esperienza nel mondo dell’alfabetizzazione linguistica con l’obiettivo di apprendere le principali tecniche di educazione non formale da poter utilizzare in fase d’aula con i propri discenti. Obiettivi di apprendimento dell’evento, attraverso l’educazione non formale sono:

1. Alfabetizzazione linguistica: buone prassi, metodi e strumenti

2. Educazione non-formale e informale, dialogo interculturale e cittadinanza europea: programmi, strumenti e progettazione europea 3. Educazione non formale e alfabetizzazione linguistica: analisi delle relazioni tra cambio sociale, inclusione/esclusione, discriminazione 4. La creazione di un forte Network di persone e di organizzazioni attente a sviluppare le tematiche del Grundtvig Workshop.

Il Grundtvig Workshop è stato tenuto da due trainer esperti nel settore dell’educazione non formale e rappresentanti di MVNGO, il Dr Roberto Solinas e la Dr.ssa Maria Grazia Pirina.

L’evento ha avuto luogo presso l’Hotel Mare Blu.

Read more

Grundtvig Workshop “Overcome Borders-Gain Mobility”

Grundtvig Workshop “Overcome Borders- Gain Mobility”

MVNGO ha preso parte al workshop GRUNDTVIG “Overcome Boders- Gain Mobility” implementato a Berlino dall’organizzazione tedesca “Comparative Research Network” (CRN) tra il 14 ed il 20 di Luglio del 2013.

Il Workshop si è focalizzato sulla tematica della concezione dei confini territoriali e di come questa di dia evoluta nel tempo. La tematica è stata affrontata a partire dall’evoluzione dei processi di integrazione (principalmente nella cornice europea) e di globalizzazione, nel cui contesto si è registrata una sostanziale e significativa ridefinizione delle appartenenze identitarie e culturali, la cui porosità ed indeterminatezza si pone in significativo contrasto con la rigidità (sovente esclusiva, violenta ed assoggettante) assunta dalle linee di demarcazione territoriale in ere più risalenti nel tempo.

In questa prospettiva, la location berlinese è stata prescelta in quanto microcosmo storico-geografico delle dinamiche politiche e territoriali caratterizzanti fasi di acuto conflitto globale (con particolare riferimento alla Guerra Fredda).

Nel corso del workshop si è discusso su come progredire verso un superamento del concetto di confine in una prospettiva futura e si è cercato di sviluppare una riflessione circa l’arbitrarietà delle distinzioni e delle barriere caratterizzanti il concetto di frontiera.

Read more

Grundtvig In-Service Training Environmental Education on Amazonia in French Guiana

Environmental Education on Amazonia in French Guiana

Mine Vaganti NGO è stata rappresentata durante il Traning Course “Environmental Education on Amazonia in French Guiana”, tenutosi a Cayenne (Guiana Francese) fra il 5 ed il 9 Agosto 2013.

Il corso di formazione nasceva dall’esperienza di Intermédiaire de Commerce et Formation ICOFOR che, negli ultimi anni, ha preso parte a diversi progetti Grundtvig, organizzando diversi training specifici sull’argomento.

 Gli obiettivi specifici del TC sono stati:

– Aiutare lo sviluppo di prassi innovative nel settore dell’istruzione degli adulti e il trasferimento di conoscenza circa metodi di insegnamento non convenzionali

– Accumulare esperienza, “riflettere attraverso l’azione” ed acquisire conoscenze in merito all’Amazonia.

Vivere  l’educazione ambientale e supportare lo sviluppo personale e sociale.

Accrescere la consapevolezza e la dimensione europea attraverso la qualità degli scambi internazionali tra Europa e Guyana francese, la participazione attiva, le differenze culturali e l’educazione non formale.

– Rendere possibile un confronto tra le esperienze dei partecipanti e creare le basi per l’implementazione di progetti comuni in futuro

 La metodologia del TC è stata completamente basata sui principi fondanti dell’educazione non formale, con un forte senso di cittadinanza europea, promuovendo nuove partnership e nuove idee.

La parte preponderante del TC è stata quella a contatto con la natura durante le escursioni con naturalisti esperti presso la foresta amazzonica.

Il programma del TC ha richiesto una partecipazione attiva.

I metodi cooperativi hanno incluso le seguenti attività:

– Presentazioni;

– Brainstorming per esplorare la creatività e l’iniziativa potenziaele dei partecipanti;

– Workshops, lavori di gruppo, condivisione di conoscenza ed esperienze degli esperti durante le attività pratiche;

– Esperienze dirette a contatto con la natura;

– Condivisione di best practice.

Read more

Grundtvig Study Visit presso Spolint Think Tank, Slovenia

Study Visit presso SPOLINT Think Thank

La visita ha avuto luogo fra l’11 ed il 17 di Giugno del 2013 nelle strutture del think thank sportivo internazionale basato in Slovenia SPOLINT, nella città di Liubjana.

Il programma delle 6 giornate della visita è stato impostato all’insegna dell’equilibro tra spontaneità e sessioni preparate: l’obiettivo che si voleva ottenere era un’immersione del partecipante nel contesto della NGO ospitante in una normale settimana lavorativa della stessa.

Le attività sono state divise in 3 sezioni:

a. conoscenza delle dinamiche di lavoro di Spolint, momenti di confronto e osservazione presso tutte le unità operative della stessa (fundraising, comunicazione, euro progettazione, progetti locali e reparto-trainers) con visite istituzionali (come quella al Sindaco di Bresovica) e a strutture e facilities che potrebbero ospitare corsi di formazione in futuro.

b.discussione e analisi del ruolo dello sport come agente di inclusione sociale per le persone con meno opportunità, in particolare in merito ai diversamente abili. Scambio e condivisione di competenze e metodologie (i progetti di Spolint, Sportikus e Asma).

c. ideazione di un progetto Grundtvig Workshop da proporre alle Agenzie Nazionali che avesse come tema quello citato in precedenza. Impostazione dello stesso e concreto inizio delle attività di progettazione coinvolgendo il network delle 2 organizzazioni.

Read more

Grundtvig Preparatory Visit presso Kean NGO, Grecia

Grundtvig Preparatory Visit presso KEAN NGO, Grecia

La visita preparatoria ha avuto luogo ad Athens-Ilion (Grecia), nelle strutture di KEAN NGO, fra il 20 ed i 25 Agosto 2012.

Scopo: La visita preparatoria ha consentito di sviluppare le basi per una futura collaborazione con l’associazione ospitante.

Durante i 5 giorni sono state sviluppate le idee per un futuro progetto comune sul dialogo interculturale nell’area euro-mediterranea.

L’idea di base è quella di poter invitare giovani lavoratori all’interno di NGO europee per promuovere la cooperazione internazionale utilizzando il metodo dell’educazione non formale e cercando soluzioni alla disoccupazione giovanile.

Read more

Grundtvig In-Service Training Be a Facilitator! in Portogallo

Be a Facilitator!

Il training in-Service è stato organizzato dall’Agenzia Nazionale Portoghese, tenendosi a Lisbona fra il 9 ed il 15 Luglio 2012.

L’obiettivo principale del training ha afferito la formazione di training professionisti nell’utilizzo delle metodologie di educazione non formale in quanto strumento inclusivo ai fini della facilitazione dei processi di apprendimento, con particolare riguardo alla platea di discenti con minori opportunità.

Read more

Grundtvig Study Visit presso Cecis NGO, Romania

Study Visit presso CECIS NGO

La Study Visit si è svolta Targu Jiu (Romania), nelle strutture della NGO romena CECIS, fra il 9 ed il 15 maggio 2012.

Scopo: Effettuare un’attività di “job-shadowing” (osservazione) presso una istituzione coinvolta nell’educazione degli adulti (formale o non formale) o altri tipi di formazione non formale mirata al personale che si occupa di educazione degli adulti. Il programma delle 6 giornate della visita è stato impostato all’insegna dell’equilibro tra spontaneità e sessioni preparate: l’obiettivo che si è inteso ottenere è stato un’immersione del partecipante nel contesto della NGO ospitante in una normale settimana lavorativa della stessa.

Le attività erano divise in 3 sezioni:

a. conoscenza delle dinamiche di lavoro di Cecis, momenti di confronto e osservazione presso tutte le unità operative della stessa (fundraising, comunicazione, euro progettazione, progetti locali e reparto-trainers) con l’apice della giornata da “impiegato” presso l’Ngo durante il Training che si è tenuto proprio in quei giorni.

b. workshop, discussione e analisi del ruolo dello sport come agente di inclusione sociale per le persone con meno opportunità, in particolare in merito ai diversamente abili. Scambio e condivisione di competenze e metodologie.

c. ideazione di un progetto di Partnerariato Grundtvig da proporre alle Agenzie Nazionali. Impostazione dello stesso e concreto inizio delle attività di progettazione coinvolgendo il network delle 2 organizzazioni.

Read more
Facebook