info@minevaganti.org

Avdo

KA2 Adults “Educitizens”

EDUCITIZENS

 

MVNGO è partner nel progetto Erasmus Plus KA2 Adults “Educitizens”, coordinato dall’organizzazione tedesca “Comparative Research Network”, con la partecipazione di un Consorzio internazionale di 6 partner: Suomen ympäristöopisto SYKLI oy (Finlandia), Federação das Associações Juvenis do Distrito do Porto (Portogallo), Mine Vaganti NGO (Italia), Yildirim Beyazit Universitesi (Turchia), Stowarzyszenie Pastwisko.org (Polonia), European Geography Association for Students & Young Geographers (Paesi Bassi).

Il progetto ha una durata complessiva di 25 mesi (Settembre 2016- Settembre 2018).

WEBSITE

FACEBOOK

La strategia per la gioventù dell’UE cerca di incoraggiare i giovani a partecipare nei processi democratici e sociali.

I metodi adottati comprendono lo sviluppo di meccanismi per impegnarsi nel dialogo con i giovani e facilitare la loro partecipazione alla definizione delle politiche nazionali e sostenere i modi di “educazione alla partecipazione” fin dalla più tenera età.

Il progetto proposto affronterà quindi gli obiettivi della dichiarazione di Parigi sulla promozione della cittadinanza e i valori comuni della libertà, della tolleranza e della non discriminazione attraverso l’educazione. Nel 2015, il ministro europeo dell’istruzione ha annunciato un supporto specifico all’educazione politica per combattere la radicalizzazione. L’individuazione di buone pratiche nell’educazione alla partecipazione ed alla cittadinanza contribuirà a sviluppare competenze sociali, democratiche e interculturali nei discenti e ne faciliterà anche lo sviluppo del pensiero critico e delle competenze mediali.

In tutta Europa, la partecipazione dei cittadini è spesso ostacolata da una mancanza di informazioni, di comunicazione e di cooperazione tra gli interessati, nonché da un accesso limitato alla conoscenza delle opzioni disponibili per esprimere gli interessi locali. I cittadini e gli stakeholders richiedono pertanto una panoramica degli attuali strumenti e metodi di formazione che possono aiutare a superare tali barriere alla partecipazione.

Tuttavia, negli ultimi anni un vasto numero di strumenti e metodologie è stato sviluppato nei diversi settori dell’istruzione e nei sistemi nazionali. Crediamo che, invece di reinventare i metodi, sia più produttivo valutare quelli esistenti in tutti i settori, individuare le buone pratiche, raccoglierle, rivederle e condividerle in un formato specifico. Di conseguenza, il consorzio del progetto è costituito da partner di diversi settori dell’istruzione, che coprono l’ambito geografico di tutta l’Europa.

Le situazioni concrete in cui i risultati del progetto avranno un impatto sono:

Formazione professionale per gli operatori che lavorano nell’empowerment dei cittadini, soprattutto quelli in condizioni di vulnerabilità (minoranze etniche, persone che soffrono di povertà strutturale, persone disabili, ecc.): Lavoratori sociali, agenti di sviluppo locale, membri di associazione civile, insegnanti e qualsiasi altro professionista.

Educazione degli adulti, nel cui contesto si avverte la necessità di metodi innovativi per potenziare la partecipazione dei cittadini nel quadro di programmi a livello locale.

Altri contesti di formazione, quali l’istruzione superiore, l’educazione primaria e secondaria ed i programmi per la gioventù.

Il summenzionato processo di costruzione di capacità a livello degli insegnanti avrà un ulteriore impatto su tutti i discenti, migliorandone le capacità personali ed in questo modo incrementandone l’occupabilità.

I progetti precedenti dei diversi partner nel contesto delle buone prassi hanno dimostrato che un’analisi transnazionale produce risultati estremamente rilevanti e trasferibili, complementari e velocemente applicabili in altri paesi. Per questo motivo, oltre alla ricerca di risposte a livello europeo sulla partecipazione, il progetto ha carattere transnazionale.

Il progetto si propone di creare una griglia di valutazione per identificare le migliori pratiche nella costruzione della cittadinanza e raccogliere tali pratiche in un manuale metodologico. Questo manuale può essere inteso come un inventario di metodologie per formatori, insegnanti e altre figure professionali di facilitatori per la creazione di linee guida innovative e testate a livello europeo ed in tutti i settori educativi. Il progetto si protrarrà lungo l’arco di due anni e si comporrà di una serie di incontri multinazionali (ogni partner ne organizzerá uno) dove verranno presentati e discussi i metodi costituenti buone pratiche.

La griglia ed il manuale di buone pratiche avranno natura aperta e potranno essere utilizzati da istituzioni operanti in tutti i settori dell’istruzione nell’ambito dell’apprendimento formale e non formale. Il progetto può essere inteso come una pre-valutazione delle necessità di creare e verificare curricula di livello europeo in materia di costruzione della cittadinanza. Il progetto è diretto a formatori e insegnanti di tutti i settori educativi.

Attraverso la condivisione di buone pratiche di partecipazione e cittadinanza ci proponiamo di determinare un impatto su tutti i livelli: amministrativi, organizzativi e educativi. Ci aspettiamo che i partecipanti al progetto possano ampliare le proprie conoscenze riguardo la partecipazione, la formazione e la cittadinanza e su come questi concetti vengono sviluppati in Europa.

Read more

Small Collaborative Sport “Building healthy Communities, changing opportunities”

Building healthy Communities, changing opportunities

Website

“Building healthy Communities, changing opportunities” è una Collaborative Partnership Sport coordinata dall’organizzazione bulgara  Mundus Bulgaria, con MVNGO nel ruolo di partner. Il Consorzio del progetto si compone di 5 organizzazioni da Bulgaria, Spagna, Polonia. Cipro ed Italia.

Il progetto si propone di sviluppare misure concrete per la promozione del volontariato nello sport, insieme all’inclusione sociale, ed all’eguaglianza delle opportunità, oltre ad incrementare la consapevolezza sugli stili di vita salutari mediante la metodologia di educazione attraverso lo Sport. Il progetto intende inoltre incrementare la partecipazione generale alle attività sportive.

La struttura delle attività proposte prevede l’implementazione di diversi workshop ed eventi, oltre che un sostanziale ammontare di lavoro a livello locale sotto la responsabilità delle organizzazioni promotrici. Il progetto prevedrà inoltre dei meeting transnazionali fra i partner negli interludi fra le diverse attività, con l’obiettivo di creare strategie per l’ottimale e coordinata implementazione di attività locali in ciascun paese partner. I meeting transnazionali avranno inoltre l’obiettivo di presentare i risultati di ciascuna fase del progetto e di garantire il processo di monitoraggio nel corso della vita del progetto.

Le attività previste nell’arco dei 24 mesi della cooperazione sono le seguenti:

– Kick-off Meeting.

Azioni di Visibilità in ciascun paese partner.

– Attività di formazione e sensibilizzazione locali in ciascun paese partner.

– Meeting di Pianificazione Strategica e Valutazione.

– Azioni locali sulla promozione della cultura sportiva e dell’attività fisica mediante metodologie di Educazione Attraverso lo Sport e volontariato in ciascun paese partner. 

– Meeting di Valutazione di Medio Termine.

Produzione Output di Progetto (al livello internazionale con il supporto di tutti i partner).

Evento Pubblico di Disseminazione in ciascun paese partner. 

– Meeting di Valutazione Finale.

– Chiusura del Progetto.

 

Read more

K1 Youth EVS Pro Art

K1 Youth EVS Pro Art

Il progetto è una KA1 Youth nell’ambito del programma SVE coordinata dall’organizzazione inglese Gecko Programmes, in collaborazione con Mine Vaganti NGO.

Pro-ART intende rafforzare la consapevolezza positiva sull’interculturalità, la tolleranza e la diversità mediante la proposizione di esperienze di EVS della durata di 7 mesi ciascuna per 6 giovani di nazionalità britannica ed italiana. 

I volontari saranno coinvolti nell’organizzazione di eventi locali al cui interno le diverse forme di espressione artistica saranno promosse come strumenti per facilitare il dialogo sociale e culturale. 

Pro-ART ambisce a produrre u inmpatto positivo sia al livello della comunità che sui volontari, invitando questi ultimi ad utilizzare la propria creatività per l’implementazione di una serie di progetti che ne integreranno il contributo, promuovendo l’interculturalità, la tolleranza, la diversità e la coesione sociale, oltre a contrastare direttamente il razzismo e la xenofobia.

Gli obiettivi specifici di Pro-Art sono i seguenti: 

1. Promuovere la diversità, il dialogo interculturale ed interreligioso, i valori comuni di libertà, tolleranza e rispetto per i diritti umani, altresì suportando l’acquisizione di media literacy, pensiero critico,  e senso di iniziativa da parte dei giovani. 

2. Equipaggiare gli animatori giovanili con competenze e metodologie utili al fine di trasferire i valori fondamentali condivisi all’interno della società, con un particolare focus sul target dei giovani svantaggiati, al fine di prevenire i fenomeni di radicalizzazione fra i giovani. 

Read more

Capacity Building Youth “Educate a Woman and You Educate a Whole Nation”

Educate a Woman and you Educate a Whole Nation (EWEWN)

 

“Educate a Woman and you Educate a Whole Nation” è una Capacity Building nel quadro Erasmus Plus Youth coordinata dall’organizzazione francese “Asociación de Costarricenses en Francia” (ACRF), nel cui contesto MVNGO è partner in un Consorzio internazionale di 6 organizzazioni da Francia, Colombia, Equador, Colombia, Cameroon e Senegal.

L’obiettivo prioritario del progetto è sviluppare un approccio comprensivo di Educazione Non Formale fondato su un insieme complementare di conoscenze, esperienza e competenze tecniche proprie di ciascuna organizzazione e nei diversi approcci radicati nelle regioni di riferimento, con lo scopo ultimo di sviluppare l’empowerment e l’inclusione sociale degli youth leader rurali in Africa.

Il conseguimento immediato che ci si prefigge è di cooperare nella produzione di un Format TC “EWN” basato sull’esperienza maturata da MVNGO e ACRF nel contesto del progetto “Fill My Value Backpack”, integrando quest’ultima con e conoscenze, esperienze e sensibilità sviluppate dai partner africani nel loro conslidato impegno di azione sociale con le comunità rurali africane.

L’obiettivo di lungo termine del progetto è sviluppare strumenti e metodologie per l’empowerment di target group vulnerabili, e specificamente di youth leader rurali di sesso femminile ed età 18+ nelle comunità africane, dei bambini affidati alle loro cure ed alla loro responsabilità (di età fra i 5 ai 12 anni) e delle comunità rurali svantaggiate in Africa, in tal modo cntribuendo direttamente all’incremento della produzione agricola per affrontare le problematiche relative alla fame ed alla povertà nelle comunità rurali africane.

Il progetto prevede le seguenti attività:

1- Kick-off meeting con i rappresentanti delle organizzazioni partner a Parigi (Francia)

Partecipanti: 6 Youth worker (1 per organizzazione partner)

2- Training Course “Female Empowerment to Development” t Deido (Cameroon)

Partecipanti: 30 youh worker (5 per organizzazione partner)

3- Scambio Giovanile “Power in Gender” a Ziguinchor (Senegal)

Partecipanti: 30 giovani di età 18-25 (5 per organizzazione partner, i partecipanti africani saranno tutti degli youth leader femminili)

4- Job Shadowing in Senegal (Ziguinchor)

Partecipanti: 1 youth worker da Asociacion de Costarricenses en Francia sarà ospitato per un periodo di 20 giorni dall’organizzazione partner senegalese Jeunesse en Action “Gno Far”.

5- Job Shadowing in Cameroon (Deido)

Partecipanti: 1 youth worker da Mine Vaganti NGO sarà ospitato per un periodo di 20 giorni dal partner camerunense Global Compassion.

6- Final Evaluation Meeting a Sassari (Italy)

Partecipanti: 6 youth worker (1 per organizzazione partner).

Read more

Capacity Building Youth “Youth Agro Empowerment Project”

YAEP

WEBSITE

Pagina Facebook del Progetto

MVNGO è partner nel progetto Erasmus Plus Capacity Building Youth “Youth Agro-Empowerment Project” (YAEP), coordinato dall’organizzazione albanese “Environmental and Territorial Management InstitutE” (ETMI), con la partecipazione di un Consorzio internazionale composto da 5 NGO da Italia (MVNGO), Serbia (KIU COKANSKI DOBOSARI), Montenegro (Svetionik), FYROM ( Volonterski Centar Skopje), e Spagna (Intercambia) . Il progetto ha una durata complessiva di 24 mesi (Febbraio 2017-Gennaio 2019)

La gioventù può svolgere un ruolo chiave nella riduzione della povertà nelle zone rurali, ma si trova ad affrontare delle importanti barriere. I giovani sono spesso i più svantaggiati, con bassi livelli di organizzazione ed esperienza lavorativa, livelli inferiori di accesso ai capitali ed alle altre risorse, nonché una scarsa o inesistente influenza nel processo decisionale. Essi hanno inoltre un minimo accesso ai servizi di sviluppo agricolo, a forniture di materie prime accessibili o ad opportunità di marketing.

La mancanza di informazioni, di competenze tecniche e di istruzione di base indebolisce ulteriormente la loro posizione nei contesti di riferimento. Le giovani donne che vivono in aree rurali affrontano ulteriori barriere legate a persistenti disuguaglianze di genere perpetuate da norme di ordine sociale / tradizionale.

Il rafforzamento del capitale umano e la produzione di conoscenze per i giovani sono quindi fondamentali per lo sviluppo delle opportunità di lavoro nelle zone rurali e per lo sviluppo rurale in generale.

L’istruzione e la formazione professionale sono elementi importanti per il miglioramento delle risorse rurali, poiché la maggioranza dei poveri delle zone rurali ottiene oggi il proprio principale sostentamento dal lavoro in agricoltura. Inoltre, le conoscenze e le informazioni sono strumenti potenti nel processo di cambiamento, insieme alla capacità di organizzare e accedere a risorse produttive, in particolare terre, servizi finanziari, tecnologia finalizzata alla produzione ed al risparmio di lavoro.

Per questo motivo, l’obiettivo del progetto è quello di promuovere l’agro – imprenditorialità e le innovazioni tecnologiche fra al popolazione giovanile nelle aree rurali al fine di migliorare l’occupazione giovanile e l’adattamento al cambiamento climatico.

Gli obiettivi di questo progetto includono i seguenti punti:

-Educare i giovani ad un’agricoltura sostenibile ed imprenditoriale.

-Promuovere l’agricoltura sostenibile attraverso l’utilizzo di tecniche di energia rinnovabile e di gestione delle acque.

-Promuovere strumenti ICT finalizzati alla vendita di prodotti agricoli e basati su una piattaforma transazionale per l’acquisto e la vendita.

– Promuovere, sostenere le imprese agricole sostenibili.

– Promuovere il networking fra i giovani tramite un Webinar e consentire la condivisione di idee e innovazione.

– Esplorare il programma Erasmus + con particolare attenzione alla cooperazione internazionale di qualità.

– Sviluppare le competenze del partecipante nella pianificazione di attività interculturali e di Educazione Non Formale.

– Incrementare la consapevolezza e la comprensione della dimensione di genere all’interno dei progetti agricoli.

Il video promozionale è stato rilasciato durante la riunione di kick off a Pogradec, ottobre 2016

Read more

Fondazione Con il Sud Call 2018

Mine Vaganti NGO è partner in una proposta progettuale nella cornice del Bando Ambiente 2018 della Fondazione CON IL SUD, giunto alla sua quarta edizione.

Il Bando, scaduto in data 8 Giugno 2018, si è concentrato sulla prevenzione e la riduzione dei rischi ambientali all’interno dei Parchi e delle Aree Naturali Protette meridionali.

Sono infatti oltre 200 le aree naturali protette meridionali minacciate dalla perdita delle biodiversità, da inquinamento, incendi e più in generale dal dissesto idro-geologico. Un patrimonio dal grande valore anche culturale ed economico, che deve essere tutelato e valorizzato in chiave comunitaria.

Il Bando Ambiente 2018 si inserisce nella logica della Strategia europea per la biodiversità al 2020 e della Strategia nazionale per la biodiversità, nelle quali si riconosce il valore dei servizi ecosistemici nei processi decisionali e di pianificazione territoriale, allo scopo di conservare e valorizzare adeguatamente il capitale naturale nell’ambito di politiche di sviluppo sostenibile. In questo contesto è inoltre fondamentale coinvolgere attivamente le comunità che risiedono nelle aree protette e nelle zone limitrofe, attraverso la promozione di iniziative e meccanismi che siano in grado di favorire la diffusione di comportamenti volti alla cura ed alla difesa dell’ambiente.

Read more

Cosme Growth

Mine Vaganti NGO ha applicato una proposta progettuale per la specifica call “Entrepreneurial capacity bulding for Young migrants”  nell’ambito del programma GROWTH dell’Unione europea.

Mine Vaganti MGO ha applicato il progetto in collaborazione con un consorzio composto da 6 organizzazioni di 5 paesi europei (Italia, Spagna, Germania, Croazia, Regno Unito).

“Entrepreneurship Co-DeWise” si propone di sostenere l’integrazione socioeconomica dei giovani adulti con meno opportunità di origine migrante motivati ad avviare e far crescere le loro idee imprenditoriali attraverso un processo di empowerment imprenditoriale basato sulla formazione basata sulla co-progettazione. Il concetto di empowerment portato avanti daò progetto include la comprensione del più ampio contesto sociale e giuridico, delle abitudini locali, delle forme di comunicazione normalmente adottate e delle regole non scritte che caratterizzano le società locali come fattori trasversali abilitanti l’imprenditorialità.

Gli obiettivi specifici di ECoDeW sono i seguenti:

– Comprendere la composizione, i problemi e le esigenze dei migranti svantaggiati che affrontano le difficoltà di accesso ai mercati del lavoro locali e che intendono avviare un’attività in proprio;

– Co-creazione e sperimentazione di uno schema su misura di formazione e tutoraggio per supportare i giovani migranti a raggiungere i loro obiettivi;

– Sensibilizzare maggiormente l’opinione pubblica sulla situazione dei cittadini di paesi terzi che intendono avviare una vita imprenditoriale attiva in Europa, ampliando la rete esistente di organizzazioni, persone e imprese coinvolti nel loro supporto e formulare raccomandazioni politiche nei confronti degli enti pubblici competenti per migliorare le condizioni dell’imprenditorialità dei migranti.

La metodologia ECoDeW è basata su formazione, mentoring e storytelling fondati sul co-design da utilizzare come strumento per la valutazione dei bisogni, ma anche come parte dello sviluppo congiunto del curriculum formativo e dei corsi di formazione pilota. I programmi di mentoring saranno utilizzati come mezzo di conoscenza e trasferimento di esperienza tra imprenditori stabiliti e potenziali.

Read more

Europe For Citizens Gemellaggio Olbia Aljaraque

Enjoy Tourism

 

Mine Vaganti NGO ha ideato e scritto questo progetto di gemellaggio tra i comuni di Olbia e Aljaraque approvato nel 2014 nella cornice del programma Europe For Citizens.

Il progetto è stato implementato nel 2017.

 

Read more

Fill My Value Backpack Kenya

Fill My Value Backpack

10290709_759053440835120_1017078477160993879_n

Mine Vaganti NGO è stata partner ufficiale (insieme a Gathimba Foundation e a Youth Commitee of the Spanish Athletic Federation) del progetto a lungo termine “Fill My Value Backpack”.
Il progetto ha avuto lo scopo di utilizzare in maniera innovativa lo Sport come strumento educativo in diversi paesi nei 5 continenti. La prima fase si è svolta in Kenya (3-17 marzo 2014) dove sono stati coinvolti 3036 bambini e 30 insegnanti, animatori, politici e stakeholders.

Read more

Europe For Citizens Gemellaggio Nuoro-Elche

Discovering ancient Roots

Mine Vaganti NGO ha ideato e scritto il progetto ““Discovering ancient Roots” per conto del Comune di Nuoro.

“Discovering ancient Roots” è stato un progetto finanziato dal programma Europe for Citizens.

Scopo del progetto è stato quello di sottolineare l’importanza dell’integrazione europea attraverso la valorizzazione delle tradizioni.

Il Comune di Nuoro in Sardegna (Italia) e quello di Elche in Spagna presentano molte similitudini: hanno condiviso radici molto antiche e valori comuni.

Le antiche tradizioni sono fondamentali per promuovere un turismo sostenibile per il loro territorio.

Il progetto è consistito in un meeting in Sardegna che ha visto coinvolti 50 rappresentati della società civile con il fine di creare un momento di conoscenza e di comprensione reciproca e un’occasione di scambio di idee, volto alla sensibilizzazione su problematiche comuni, alla riscoperta del rispettivo patrimonio.

 

Read more
Facebook