info@minevaganti.org

Blog

GNRD Fondazione Norvegese

Progetto Fondazione GNRD

 

11214067_943314055742390_1998199030355501738_n 11218761_943314522409010_4125650189827341371_n 11222190_943315009075628_8273076900733510916_n 11800334_943314132409049_2700957917019767430_n 11816798_943315019075627_3627396551642633808_nMine Vaganti NGO lavora con la fondazione norvegese Fondazione GNRD, The Global Network for Rights and Development (GNRD).

Martedi 28 Luglio 2015, Mine Vaganti NGO ha implementato un’azione locale finanziata da GNRD, “I Have the Right to Play”.

The Global Network for Rights and Development (GNRD) è un’organizzazione internazionale non governativa fondata nel giugno 2008 con l’obiettivo di valorizzare e sostenere sia i diritti umani che lo sviluppo con l’adozione di nuove strategie e politiche per un cambiamento reale e duraturo.

GNRD ha ideato il progetto “I Have a Right to Play” (GNRD-RTP) per utilizzare il potente strumento dello sport come strumento di sensibiiizzazione alla conoscenza dei diritti umani.

Con questo progetto ci si è proposti di mettere a fuoco i diritti disuguali dei bambini a giocare in un ambiente sicuro e ci si è concentrati sul sostegno ai gruppi più vulnerabili di bambini in tutto il mondo, sostenendo e sensibilizzando l’opinione pubblica sulle loro cattive condizioni sociali ed economiche.

Read more

KA2 Youth “Improve+”

Improving Youth Employment in Volunteering Across Europe Project (Improve+)

Pagina Facebook del Progetto

Il progetto è un partenariato strategico nel campo della gioventù coordinato dall’organizzazione portoghese ADAMASTOR con MVNGO nel ruolo di organizzazione partner. Il progetto prevede un consorzio di 10 partner provenienti da Portogallo, Italia, Spagna, Slovacchia, Turchia, Ucraina, Regno Unito, Germania e Lituania.

Con l’aumento dei tassi di disoccupazione giovanile in tutta Europa, l’istruzione formale non garantisce più un lavoro. Molti giovani stanno cercando soluzioni, e il Servizio di Volontariato Europeo (EVS) è una di esse per migliaia di giovani ogni anno. Ma l’EVS aumenta l’occupabilità dei volontari? Può la qualità di questi progetti essere aumentata per rendere i volontari EVS più attrezzati per il mercato del lavoro dopo il loro ritorno a casa? Come si possono creare queste condizioni? Queste sono le domande alle quali il progetto mira a rispondere.

Il progetto intende aumentare la qualità dei progetti EVS con l’obiettivo di aumentare l’occupabilità dei volontari EVS. Il progetto dura un totale di 24 mesi, nel cui contesto saranno attuate le seguenti attività specifiche:

1- Corso di formazione per gli operatori giovanili in Portogallo (Viseu), seguito da tre ulteriori corsi nel paese. I partecipanti rifletteranno su come si possa migliorare il senso della cittadinanza europea tra i volontari EVS, nonché su come aumentare il loro senso di iniziativa e di imprenditorialità. Inoltre, si esplorerà come utilizzare glistrumenti digitali nel lavoro degli operatori giovanili con i volontari EVS esull’importanza dell’interculturalità e della tolleranza in questo tipo di progetti.
2- Elaborazione di un Toolkit per l’Occupabilità che diventerà una risorsa libera di formazione aperta disponibile a tutte le entità operanti nell’EVS in tutta Europa. Il progetto utilizzerà metodi di istruzione non formale e informale e aumenterà la capacità delle organizzazioni partecipanti, dei partecipanti e della comunità locale di ciascuna organizzazione.
3- Azioni di diffusione volte ad estrarre il massimo potenziale d’impatto coinvolgendo un pubblico più ampio, al fine di coinvolgere migliaia di organizzazioni, giovani e lavoratori giovanili in tutta Europa.

Read more
Facebook