In NFE We Trust!

Menu K1

 10551589_501777723291607_429256975760839544_o

“In NFE We Trust” è stato un Corso di formazione promosso dal programma Erasmus + e svoltosi a Uri a Luglio 2014 con Mine Vaganti NGO nel ruolo di Hosting Organisation.

Ente capofila del progetto è stata MV International (MVI).
L’ENGO mira a valorizzare il sistema di alta qualità della NFE volto a convalidare e creare una comune forma di certificazione delle competenze chiave acquisite in un contesto di educazione non formale.
Ad oggi, l’educazione non formale non è riconosciuta in tutti i paesi europei pertanto uno dei principali obiettivi di MVI è quello di formare operatori sociali a livello professionale per offrire un valido supporto ai giovani.
MVNGO ha dunque avuto il piacere di collaborare con il network come partner principale nella fase implementativa, assicurando supporto pratico e logistico ai fini dell’ottima riuscita del progetto.
L’evento si è tenuto ad Uri con una durata di 6 giorni (20-27 Luglio).

Protagonisti dell’evento sono stati 24 leader giovanili, animatori e operatori sociali provenienti da 8 paesi europei: Italia, Grecia, Polonia, Portogallo, Spagna, Turchia, Danimarca e Romania.
Il TC ha voluto creare nuove partnership e nuovi progetti per i giovani basati sul tema dell’ educazione non formale (NFE) come uno strumento professionalizzante.
Il progetto si è concentrato sulle politiche giovanili, rilevanti per la cittadinanza e la partecipazione dei giovani, priorità del programma europeo Erasmus Plus.
I partecipanti si sono confrontati sul tema del riconoscimento dell’educazione non formale: diritti, opportunità, e ostacoli nell’utilizzo di questa metodologia confrontandosi sulle loro esperienze nella società civile.
L’ambizioso obiettivo del progetto è stato quello di costruire le basi di un pool di formatori esperti nel settore della NFE all’interno della rete di NGO ispirata al “Pathway 2.0 verso il riconoscimento dell’apprendimento NFE / istruzione e del lavoro giovanile in Europa” (2011), creato dalla Commissione europea e dal Consiglio d’Europa nel settore della gioventù.