Education Through Sport

Menu K1

IMG_03072014_112449

10646636_10205077651162992_1377759679242179831_n copia

10477860_1529542743958391_3624094126251786960_o

10-17 Ottobre, Marrackech (Marocco)

“Education through sport” è un corso di formazione (K1-TC) sullo Sport come strumento educativo per promuovere l’inclusione sociale.

MVNGO è l’ente capofila del progetto che si è svolto in Marocco.

Durata: 6 giorni di attività full-immersion (10-17 Ottobre, 2014).

I 12 paesi coinvolti nel progetto sono stati i seguenti: Spagna, Norvegia, Bulgaria, Romania, Regno Unito, Marocco, Algeria, Egitto, Tunisia, Giordania, Palestina ed Italia, per un totale di 28 partecipanti.

L’obiettivo generale del progetto era quello di trasferire metodologie innovative di educazione non formale europea verso i paesi del Mediterraneo meridionale, creando un importante percorso formativo tra Sud e Nord del Mediterraneo.

Il Marocco ha rappresentato un perfetto connubio tra la cultura mediterranea ed araba.

Secondo l’analisi condotta dai partner, nei paesi del Mediterraneo meridionale vi è un enorme mancanza di istruzione: lo sport non è considerato come un metodo di educazione non formale.

Destinatari: operatori sociali, operatori giovanili, animatori giovanili che hanno esperienza in attività sportiva o che amano utilizzare lo sport come metodo educativo.

Obiettivi formativi del TC:

– Aumentare le conoscenze e acquisire nuove esperienze sullo sport e le attività all’aperto come strumenti di riconoscimento dell’apprendimento non formale;

– Maggiore consapevolezza riguardo all’importanza dello sport nell’ambito dell’educazione formale e informale, dell’apprendimento interculturale e l’impatto sulle comunità locali;

– Creare una rete di professionisti (animatori giovanili, operatori sociali e formatori) impegnati a lavorare con persone con minori opportunità che utilizzano nuove metodologie e pronti a sviluppare nuove attività progettuali nell’ambito del programma Erasmus + volti alla sensibilizzazione sullo sviluppo personale, sociale e professionale.

Il TC ha seguito l’approccio dell’educazione non formale: una combinazione di diversi metodi creativi e interattivi verrà utilizzato dal team di formatori sulla base del profilo dei partecipanti.
Alcuni esempi di metodi di lavoro: tavole rotonde, sessioni di lavoro utilizzando i metodi proposti da Compass e Salto Youth, attività individuali e di gruppo, esercitazioni e case study.
Trainer del progetto sono stati quattro esperti nel settore, Roberto Solinas e Maria Grazia Pirinna di MVNGO, Shirin Amin di Champions Factory e Razvan Bondalici di STEP, formatori accreditati a livello internazionale, con grande esperienza nel campo della gioventù e dell’istruzione non formale tramite lo sport.